Bombardato di uova il gazebo degli azzurri

Pioveva acqua in abbondanza dal cielo, quando ieri mattina il capogruppo di Forza Italia in consiglio comunale, Giuseppe Costa, ha aperto il gazebo in via Venti Settembre, altezza ex cinema Orfeo, per informare i cittadini sulle ragioni del «sì» al referendum di domenica prossima. Ma a un certo punto la pioggia ha cambiato colore e natura: sempre dal cielo pareva che venisse, ma in realtà cadeva dal Ponte Monumentale, e si era trasformata in una cascata di uova fresche, dirette precisamente sulla postazione provvisoria dei volontari azzurri. Sulle prime, come colpevoli sono stati indicati i piccioni che stazionavano in folta schiera nei pressi. Poi, viste le dimensioni del bombardamento, l’attenzione si è indirizzata a un gruppetto di vandali, evidenti oppositori delle idee di Costa e del centrodestra. Ma quando le forze dell’ordine hanno cercato di accertarne i connotati, gli autori del gesto avevano già fatto perdere le tracce.