Bombe contro i talebani: 80 morti, almeno 16 civili

Kabul. Un attacco aereo sferrato dalle forze della coalizione internazionale contro una roccaforte dei talebani nel sud dell’Afghanistan ha provocato più di 80 vittime, almeno 16 delle quali erano civili, secondo le autorità locali. Le bombe sganciate dalle forze a guida Usa domenica notte hanno colpito un villaggio nel distretto di Panjawayi, nella regione di Kandahar, teatro la settimana scorsa di pesanti scontri fra i miliziani integralisti islamici e le forze di sicurezza afghane. Testimoni hanno riferito che le bombe hanno centrato una madrasa (scuola coranica) e alcune abitazioni di un villaggio nelle quali i Taleban avevano preso posizione. «Hanno cominciato a bombardare il nostro villaggio a mezzanotte e hanno continuato stamani», ha detto alla France Presse un anziano ferito, Attah Mohammad. L’uomo ha precisato che alcuni guerriglieri avevano occupato la sua casa per lanciare missili dal tetto e che molti suoi familiari sono morti. «Gli elicotteri hanno bombardato la madrasa e alcuni Taleban sono fuggiti da lì e sono entrati nelle nostre case. Allora hanno bombardato quelle case», ha raccontato un altro testimone all’Associated Press.