Bombe per scatenare la rivolta degli immigrati

Gruppi diversi, stesso disegno eversivo: intercettare le lotte sociali sui temi più caldi, a cominciare dall’immigrazione. C'è la firma, e la mano, degli anarco-insurrezionalisti sui due ordigni di Torino e Modena dove l’obiettivo era il centro del fratello del ministro Giovanardi. Il leader dei no global Casarini sostiene la nuova offensiva anarchica: «I disordini vanno sostenuti all’interno e alimentati all’esterno dei centri sociali». Il ministro dell’Interno Pisanu è categorico: «Non cederemo alle minacce».

Annunci

Altri articoli