Bonazzoli conquista Treviso e tiene la Samp tra le grandi

Paola Balsomini

La Sampdoria batte il Treviso senza troppe difficoltà ma quando arriva a Padova nella mente c’è ancora il film della bella vittoria sul Milan. E nei primi minuti si dimentica di riavvolgere la cassetta. Squadra compatta (non rischia nulla) ma senza quella marcia in più che basterebbe per mettere sotto la squadra di Ezio Rossi. Solo Flachi fa notare al 23’ che la sfortuna non lo ha abbandonato: un tiro e due pali. Così ci deve pensare il solito Bonazzoli a rimarcare un evidente divario tecnico. Al 45’ l’ariete blucerchiato anticipa di testa Zancopè che sbaglia l’uscita, Flachi appoggia in rete ma il pallone ha già superato la linea bianca.
Non ci sono dubbi invece sul raddoppio: bellissima girata al volo dell’ariete blucerchiato quando sono appena trascorsi tre minuti all’inizio della ripresa. Così per il Treviso la strada è tutta in salita.
Gli uomini di Novellino a questo punto si accontentano di contenere (Fava colpisce la traversa al 44’). Basta per volare nei quartieri alti, mentre il Treviso rimane a quota zero con nove gol subiti in quattro gare.