Bonazzoli, mano rotta

Non è un anno fortunato per gli attaccanti della Sampdoria. Dopo aver perso Francesco Flachi, in attesa di squalifica, Fabio Bazzani, per un piccolo problema alla coscia e con Fabio Quagliarella impegnato in Nazionale, ieri Walter Novellino si è visto sfumare la possibilità di poter contare anche su Emiliano Bonazzoli. L'attaccante al termine della partitella in famiglia è caduto male dopo uno scontro di gioco e si è fratturato un dito della mano sinistra. Dopodomani Bonazzoli sarà sottoposto ad un piccolo intervento chirurgico per ricomporre la frattura ma le sue condizioni saranno valutate soltanto la prossima settimana, e il rischio è che il centravanti possa saltare la sfida di domenica prossima contro il Chievo. Intanto l'unica nota positiva è l'ingresso di Quagliarella nella lista dei 22 azzurri per il match contro la Scozia. E ovviamente si parla anche di mercato: «La pratica per Quagliarella sarà aperta soltanto a giugno, non c'è alcun accordo con la Sampdoria», ha fatto sapere il direttore generale dell'Udinese (proprietaria dell'altra metà del cartellino), Roberto Zanzi, sottolineando che il club non ha intenzione di commentare le parole del giocatore blucerchiato che nei giorni scorsi aveva dichiarato: «Il prossimo anno? O la Samp o un grande club». Ma poi Zanzi ha risposto così: «Chi vale di più tra Quagliarella e Di Natale? Quagliarella, solo perchè è più giovane. Ma io mi tengo stretto Totò».