Bondi: «Ora siamo una public company»

«Siamo una vera public company». Così l’amministratore delegato di Parmalat, Enrico Bondi, ha commentato il superamento del quorum necessario all’assemblea straordinaria (non raggiunto l’anno scorso) che si è svolta ieri in poco più di un’ora a Parma. All’assemblea, che ha approvato bilancio e cedola, era rappresentato circa il 25% del capitale. Nel corso della riunione i vertici del gruppo hanno annunciato un accordo con Banca delle Marche: l’istituto pagherà 22 milioni in cambio della rinuncia all’azione revocatoria.