BONDI (PDL)

«Temo abbia ragione Jacques Delors a lanciare un grido d'allarme sul futuro dell'euro e dell'Europa unita, se non vi sarà una ripresa vigorosa dell'iniziativa politica che coinvolga tutti gli Stati europei in una cooperazione economica rafforzata». È questa la preoccupazione espressa da Sandro Bondi. «Il vertice franco-tedesco - prosegue il coordinatore e senatore del Pdl - non ha affrontato questo problema, anzi ha lanciato segnali contraddittori e perfino imprudenti, che finiscono per aggravare la situazione e mostrare un'Europa ancora più frammentata e impotente dal punto di vista politico».