Bondi, una poesia per Cicchitto

da Roma

«Viviamo insieme questa irripetibile esperienza... ci mancheremo quando verrà il tempo nuovo... la mia fede è la tenerezza dei tuoi sguardi». Sì, è una poesia per i suoi 67 anni, è proprio questo il regalo davvero speciale che il coordinatore di Forza Italia Sandro Bondi ha confezionato per il compleanno di Fabrizio Cicchitto, suo vice nel partito.
Sedici versi in tutto, pubblicati sull’ultimo numero del settimanale Vanity Fair, dove Bondi tiene una rubrica che si chiama, «Versi diversi». Rime che ripercorrono la comune esperienza dei due dirigenti azzurri e che a quanto pare Cicchitto ha gradito in modo particolare.
Bondi infatti questa poesia gliel’aveva già «donata» personalmente il 26 ottobre scorso, quando Cicchitto, per festeggiare il suo compleanno, aveva organizzato una cena con un trentina di amici. Dopo la torta, Bondi si è alzato è ha declamato i suoi versi davanti a tutti. Cicchitto, raccontano alcuni partecipanti alla serata, ha molto apprezzato il singolare regalo, considerandolo un gesto di «grande sensibilità» e il segno di «amicizia vera». Quanto al coordinatore, pure lui era parecchio soddisfatto. Bondi del resto non è nuovo a questi exploit letterari: per lui la poesia, come ha più volte spiegato, è una forma di distrazione dalla politica, quasi «un’evasione» dalla gabbia dei Palazzi.