Bonera tappa le falle Kakà non pervenuto

MILAN
7 STORARI. Battesimo del fuoco, para benissimo una, due, tre, quattro volte. È un portiere vero, come secondo un autentico lusso.
6 ODDO. Tanti cross, tanti angoli, centrata una traversa da distanza siderale: meno puntuale nelle chiusure difensive.
6.5 BONERA. Si applica agli studi universitari e risolve con intelligenza un bel po’ di problemi ma non può tappare tutte le falle.
6 MALDINI. Due volte perde Lucarelli, riconquista il duello quando il capitano ultrà perde colpi e sostanza.
7 JANKULOVSKI. Festeggia a modo suo il rinnovo contrattuale (fino al 2011) con un’altra bomba da tre punti.
6 GATTUSO. Corre, con ridotto profitto, firma anche un gol che è un evento per lui ma il centrocampo è, nel complesso, un colabrodo assoluto.
6 PIRLO. Pochi lanci come si deve, pochi ricami e poca presenza dove c’è da farsi sentire anche, e soprattutto, fisicamente.
5.5 SEEDORF. Gioca sempre a fare la Wandissima. Al primo ondeggiare da soubrette, sostituito. Dal 30’ st BROCCHI sv
5 KAKÀ. È come la temperatura di una capitale sperduta nel mondo: non pervenuto per quasi un’ora di gioco.
5.5 OLIVEIRA. Il giovane brasiliano parte bene, serve l’assist a Gattuso ma poi si smarrisce per strada. Dal 18’ st RONALDO 6.5. Se questo è il prologo, è già a metà dell’opera.
5.5 GILARDINO. Bene il fraseggio, meno lucido davanti alla porta avversaria. Dal 34’ st AMBROSINI sv
All. ANCELOTTI 6. Sarà bene studiare qualcosa per rendere meno fragile lo schieramento tattico.
LIVORNO
5 AMELIA. Il presidente Spinelli lo considera responsabile della sconfitta: stavolta un parere da condividere.
6 GRANDONI. Concentrato, attento, scrupoloso, deciso.
6 KUFFOUR. Appena entra Ronaldo cambia la musica e la vita del difensore del Livorno diventa molto più complicata.
6.5 GALANTE. Non teme di andare contro il vecchio amico Ronie.
6 PASQUALE. Spinge e sbuffa per un tempo. Dal 38’ st PAULINHO sv
6.5 FILIPPINI. La mosca tse-tse che manda in tilt Seedorf.
6 MORRONE. Sbaglia troppo in fase di attacco.

6 PASSONI. Protagonista assoluto del pareggio.
5 CESAR. Il peggiore dei suoi. Dal 24’ st BALLERI 6. Meglio lui.
7 FIORE . È il fiore all’occhiello del nuovo Livorno.

6 LUCARELLI. Il gol e basta. E non avanza.

All. ARRIGONI 6.5. Bravo nel ridisegnare la squadra.
Arbitro ROSETTI 5. Troppi errori per un fischietto «mondiale» come lui.