Boni legge poesie per aiutare i bambini africani

«L’Africa mi piace molto, mi piace la sua anima, mi piace il suo modo di vedere le cose. Ma in questa terra è purtroppo in atto una pandemia disastrosa: 3 milioni di persone ogni anno muoiono per fame, aids e altre epidemie, di queste 500mila». Un accorato appello, un grido di aiuto dall'Africa di cui si fa portavoce il popolare attore Alessio Boni, già ambasciatore Unicef, oggi al teatro Italia per il concerto-recital «Viaggio tra musica e versi per l’Africa» il cui incasso andrà in sostegno della nuova missione a Maputo, in Mozambico, della Comunità Missionaria di Villaregia. L’attore reciterà poesie di autori africani accompagnato dall’orchestra Giuseppe Tartini di Latina diretta da Antonio Cipriani.
«L’Africa - spiega Boni - è una terra straordinaria! Andare in questi posti è per me un grande arricchimento di vita, e quando posso preferisco andar lì piuttosto che in vacanza nei posti consueti. Ho visto coi miei occhi una immane sofferenza a cui non si può restare indifferenti. Con la Comunità missionaria di Villaregia ho fatto la mia prima esperienza in terra di missione qualche anno fa e sono testimone del grande lavoro che fanno. Sono stato quindici 15 in Brasile a Belo Horizonte e ho visto il centro di accoglienza, l'ospedale, la scuola, i centri culturali. Era dicembre, quando lì è estate, e ricordo che mi sono vestito da Babbo Natale in giro per le favelas a fare doni ai bimbi».
Biglietti al botteghino del teatro (via Bari 18). Prezzi 15 euro, 10 ridotti.