Bonino: "Leali con il Pd, ma non ci sciogliamo"

All’assise di Chianciano Terme, la parlamentare radicale ha fortemente difeso l’identità politica del
movimento che si richiama a Ghandi: oggi c’è "una galassia radicale" alleata col Pd che può riempirsi di altre presenze

Chianciano - "Confermiamo l’alleanza con il Partito democratico, ma la galassia radicale non si scioglierà". È questo uno dei passi dell’intervento di Emma Bonino all’assemblea dei Mille promossa da Marco Pannella.

Il futuro dei radicali Il ministro uscente del governo Prodi ha ironizzato sulla consistenza dei radicali italiani: "Siamo duemila. Cosa dovrei fare? Vendere la nostra sede in via di Torre Argentina e ripartire tra tutti gli iscritti le ipoteche che siamo stati costretti ad accendere?". Bonino ha fortemente difeso l’identità politica del movimento che si richiama a Ghandi. L’ha fatto sottolineando la diversità rispetto all’Italia dei valori di Antonio Di Pietro ("sono molto faticosi"). Ha subito dopo difeso anche il suo movimento dall’esperienza della Rosa nel pugno con i socialisti: "Boselli pensava che bastava rinchiudere in una stanza alcuni dirigenti per trovare un accordo. Per noi questo è impossibile perchè le nostre scelte - ha sottolineato Bonino - vengono tutte dal basso".

Il risultato delle elezioni Il risultato elettorale del 13 e 14 aprile non è stato esaltante, ma il travaso di bile avuto negli ultimi due anni e soprattutto negli ultimi giorni adesso si è calmato, mi e passato grazie alla riflessione aperta venuta dall’assemblea dei mille. Così Emma Bonino ha concluso il suo intervento all’assise dei radicali a Chianciano Terme, applaudito a più riprese da una sala letteralmente in visibilio per il ministro del Commercio con l’estero in carica, in particolare quando ha bacchettato Di Pietro "noi siamo di parola, non come lui"; Grillo "il professionista dell’antipolitica con i suoi 4 milioni di euro di reddito" e quando ha ammonito "è pericoloso l’amalgama immigrato uguale delinquente, povero uguale delinquente, mendicante uguale delinquente, lavavetri uguale delinquente". Oggi c’è "una galassia radicale" alleata col Pd che può - è la provocazione della Bonino - riempirsi di altre presenze, come per esempio gli ecologisti e i Verdi, formazione politica che "o si rinnova radicalmente o è destinata a sparire", ha osservato Marco Boato. E in questa galassia perchè non ritagliare uno spazio per socialisti e liberali? Nonché per i delusi della Sinistra Arcobaleno.