Boniver: «Si può esportare la democrazia»

Esportare la democrazia si può. Parola di Margherita Boniver, sottosegretario agli Esteri, che ha presentato ieri a Roma, presso la stampa estera, il suo libro, o meglio il suo diario, maturato in undici missioni a Kabul, dal titolo «Esportare la democrazia. L’impegno italiano per l’Afghanistan». «In Afghanistan - ha detto Boniver alla presentazione - c’è stato un formidabile miglioramento. Chi ha creduto in questo sogno sono stati proprio gli stessi afghani. Ma l’Italia non ha fatto mancare il proprio sostegno e ha contribuito al miglioramento delle condizioni di vista con 250 milioni di euro». Anche il ministro della Difesa, Antonio Martino è convinto che la democrazia si possa esportare: «Se la democrazia fosse una questione tipica dell’Occidente allora saremmo al colonialismo politico».