Bono direttore di Vanity Fair per un giorno

New York - Bono torna al giornalismo: il cantante degli U2 sarà direttore di un numero speciale della rivista patinata Vanity Fair per sensibilizzare il mondo alla lotta all'Aids in Africa. Il musicista dagli occhiali rosa curerà il numero di luglio: "Dobbiamo imparare a raccontare meglio la nostra storia", ha detto al New York Times che lo ha intervistato nell'ufficio del "vero" direttore Graydon Carter. Non è la prima iniziativa editoriale della star degli U2 che lo scorso maggio ha curato un numero speciale del quotidiano Independent e ha fatto lo steso con il francese Liberation. Bono è inoltre azionista della rivista Forbes attraverso il gruppo Elevation Partners, di cui è socio. "Vivo nel mondo dei media e una delle cose che ho imparato sull'Africa è l'importanza del commercio per salvare gli africani dall'estrema povertà", ha detto Bono che nel numero di luglio si prefigge di raccontare non solo gli orrori, ma anche le operazioni che hanno avuto successo nel continente più povero del mondo. In passato anche Giorgio Armani è stato direttore per un giorno per Vanity Fair.