Bonolis vince la serata e il titolo di «copione»

«Fattore C» debutta con il 23,13% di share, battendo la fiction di Raiuno. Endemol e Rai studiano come difendere il copyright di «Affari tuoi»

Laura Rio

da Milano

Il nuovo show di Bonolis non ha fatto boom, ma ha battuto la tiepida fiction sul banditismo sardo del primo canale. In Rai si scatena il putiferio con il solito scaricabarile delle responsabilità. E Mediaset è sotto accusa (da parte della società produttrice Endemol) per aver mandato in onda una fotocopia di Affari tuoi. Non male, per essere agli inizi della stagione televisiva, quando la maggior parte dei programmi importanti deve ancora partire.
Dunque, andiamo con ordine. Fattore C (in cui la C a questo punto si potrebbe leggere come clone) domenica sera ha fatto il il 23,13% con 4.454.000 spettatori. Dall’altra parte L'ultima frontiera, non certo uno dei prodotti di punta di Rai fiction, ha avuto un ascolto di 3.701.000 spettatori col 19% di share. In casa Mediaset si medita sul risultato. Anche se Fattore C ha battuto la concorrenza, essendo la prima puntata di uno show molto atteso, ci si aspettava una attenzione più forte da parte degli spettatori. L’analisi dell’andamento della serata mostra un pubblico altalenante, che pigia spesso sul telecomando per cambiare canale. Il che significa che in certi momenti lo show è lento e macchinoso. Questo pone seri interrogativi su quella che in gergo televisivo viene chiamata «fidelizzazione», cioè la fedeltà del pubblico per le prossime puntate. Si vedrà: c’è il tempo per modificare il gioco e renderlo più snello.
Per ora, sull’azienda piovono soprattutto le critiche per la netta somiglianza tra il game-show e Affari tuoi. Bonolis l’aveva detto nella conferenza di presentazione venerdì scorso: «I programmi che crei, sono come figli, puoi darli in affidamento ma somigliano sempre a te». E il presentatore non ce l’ha fatta a darlo in adozione quel figliolo, se l’è tenuto. Cambiandogli semplicemente il nome e il vestito. Una scenografia con una biblioteca al posto della piccola arena di Affari tuoi, un gufo, e l’inserimento di alcune domande di cultura per fare qualche differenza. Per il resto tutto il game si basa sul rapporto tra lui e i concorrenti e il meccanismo è identico.
Le critiche sono arrivate dalla stampa ma soprattutto dal produttore del programma, Paolo Bassetti della società Endemol, che tra l’altro realizza anche programmi fondamentali per Mediaset come il Grande Fratello. «In questo modo - ha detto Bassetti - non esiste più il copyright, non viene rispettato il diritto d’autore». E ieri si è tenuto un vertice in Rai per decidere se e come agire per tutelare il format. Decisione che coinvolge anche la società Endemol internazionale, visto che lo show va in onda in 40 Paesi. «Fattore C - ha aggiunto Bassetti - è la fotocopia di Affari tuoi: numero di pacchi identico (20), la ceralacca, la scrivania, pure il telefono, stesso meccanismo di scambio dei pacchi, medesima grafica. Potevano almeno avere più fantasia».
Comunque, il risultato di Bonolis, conferma i vertici di Mediaset nella decisione di spostare il nuovo reality Circus (sempre prodotto da Endemol) al lunedì (dal 18 settembre) e Distretto di polizia al martedì (da stasera) e lasciare Fattore C alla domenica. Decisione presa per «proteggere» il nuovo quiz da una concorrenza troppo forte (in origine al martedì su Raiuno dovevano andare in onda fiction di forte impatto). Ma non saranno domeniche facili quelle di Bonolis anche perché - come controrisposta ai cambiamenti di palinsesto di Canale 5 - Raiuno ha spostato la sua di programmazione: domenica e lunedì andranno in onda le mini fiction più forti: Petrosino, Falcone e Papa Luciani. Mentre al martedì ci saranno probabilmente i film: da Shall we dance? alla Maledizione della prima luna all’Ultimo samurai. Nella speranza (per i vertici Rai) che fiction e film abbiano risultati più forti dell’Ultima frontiera e di Giorni da Leone, la fiction soppressa la settimana scorsa. Sarà una lotta dura: ieri si è chiusa la prima settimana di garanzia Mediaset, quella Rai parte domenica prossima. E Mediaset in un comunicato sottolinea di essere vittoriosa in questa prima settimana (43,6% contro il 39,5% Rai) solo però escludendo la partita Francia-Italia andata in onda su Raiuno.