Bonomi spiega il piano Bpm solo a chi vuole lui

La Bpm dell’era di Andrea Bonomi non pare nutrire più considerazione del mercato di quanto non accadesse nella gestione degli «Amici», fatta a pezzi da Bankitalia e Consob. Il capo di Investindustrial, assistito dall’agenzia Ad Hoc, lunedì ha fatto il punto sul delicatissimo aumento di capitale in corso in un’occasione definita nelle cronache un «incontro con la stampa», ma in realtà riservato solo a 3 quotidiani. Scelta irrituale che non è passata inosservata a Consob. Ora l’Authority potrebbe trasmettere il proprio «disappunto» a Bonomi, che forse non si è adoperato affinché le informazioni fossero il più possibile accessibili a tutti i soci. A perdere è comunque la Borsa, che aveva già visto Investindustrial conquistare in un solo colpo il cdg Bpm e i posti nella sorveglianza riservati ai fondi.