Bonus per i neonati, la sinistra copia Fi

Bonus bebè, la sinistra copia Forza Italia. La proposta «presentata alla Camera da Livia Turco e da Rosy Bindi è identica al provvedimento in vigore a Milano dal 2002» spiega Tiziana Maiolo. Rivelazione dell’assessore ai Servizi sociali della giunta Albertini che tra l’altro chiederà di aumentare lo stanziamento previsto da Palazzo Marino: «Il welfare meneghino concede un sostegno econonomico mensile di 258 euro per la durata di sedici mesi alle donne incinte in difficoltà economiche. Ogni anno vengono aiutate circa trecento donne su un totale di 450 che chiedono contributi. Al momento lo stanziamento è di un milione di euro. Obiettivo? Aumentarlo di almeno duecentomila euro, così da poter venire incontro al maggior numero possibile di donne». Ma la Maiolo lancia anche un appello ai milanesi: «Accogliete in affido i bimbi in difficoltà». Troppi minori sono infatti ospiti degli istituti, «dobbiamo fare di più per loro». E sulla pillola abortiva annuncia che dirà «sì» alla proposta di Marilena Adamo, quella che chiede di stanziare fondi in favore di una campagna di informazione negli ospedali milanesi.