Bookmakers: Brasile favorito Italia seconda

Alberto Cagnato

Con buona pace dei soloni della federazione mondiale degli storici e degli statistici del calcio (Iffhs) che relegano nella loro cervellotica classifica di merito l’Italia ad un improbabilissimo sedicesimo posto, ieri Snai ha diramato le quote del campionato del mondo di Germania, restituendo alla nostra nazionale gran parte della considerazione inopinatamente «scippata». Quando ci sono di mezzo i soldi, allora sì che le valutazioni si fanno serie, perché sbagliare una quota spesso vuol dire perdere cifre astronomiche. E allora gli esperti di Snai hanno assegnato - come da largo pronostico - al Brasile la palma di grande favorito alla quota 3,50 per la vittoria del titolo. Ma - udite, udite bistrattatori vari degli azzurri - subito dopo la nazionale verde oro figura seconda favorita l’Italia, quotata 7. Mezzo punto sotto Argentina e Inghilterra (entrambe quotate 7,50) davanti ai padroni di casa della Germania (a 8). Le valutazioni salgono se si considerano le altre squadre: la Francia, campione del mondo nel 1998, è a 11, mentre per l’Olanda la quota è 13. Ancora meno chances per Spagna (quota 15) e Portogallo (20). E le nostre avversarie del Gruppo E? Alla faccia dei non pochi commentatori che, dopo il sorteggio, hanno parlato preoccupati di girone insidioso, la Repubblica Ceca figura a 25, mentre Stati Uniti e Ghana si possono scommettere addirittura a 100 contro uno. La nazionale di Lippi è quindi favoritissima per la vittoria del proprio girone a 1,70.
La finale più probabile è quella che vedrebbe affrontarsi Italia e Brasile (a 7,50), mentre gli altri abbinamenti con le quote più basse sono Brasile–Argentina e Brasile–Inghilterra, entrambe a 9. E chi pensa che possa ripetersi la stessa finale di Corea 2002, può scommettere su Brasile–Germania a 10.