Booktrailer, se il libro diventa un videoclip

Una definizione precisa di «booktrailer» in italiano non è ancora stata coniata. Si può parlare comunque di un video ispirato a un libro, della durata media di tre-quattro minuti, con lo scopo di riprodurre l'atmosfera di quel libro e di promuoverne la lettura. Una via di mezzo tra un videoclip e un Carosello, realizzato a volte con mezzi casalinghi, a volte con produzioni professionali. Per saperne di più, chi vuole può fare un salto a Milano, giovedì 17 gennaio, nella sede della Libreria del Giallo di via Peschiera 1, dove è stata organizzata una speciale serata, la prima del suo genere in Italia, dal titolo carveriano: «Di cosa parliamo quando parliamo di booktrailer?».
L'organizzatrice, Annarita Briganti, ne accenna come di «una serata happening sul fenomeno “booktrailer”. Per scoprire che i libri tradotti in immagini hanno il fascino di veri e propri cortometraggi cinematografici».
La manifestazione, preceduta alle 19 dalla presentazione da parte dello scrittore Marcello Fois di un libro del giallista Patrick Fogli, si propone come un avvenimento dalla struttura articolata e libera. «Abbiamo pensato a una specie di Hyde Park Corner cine-letterario, in stile Beat Generation, aperto a chiunque abbia qualcosa da dire, soprattutto ai lettori» spiega Briganti, aggiungendo che la conduzione dell'evento è affidata alla proprietaria della libreria, Tecla Dozio, insieme al giornalista Gian Paolo Serino. Tra gli ospiti, numerosi scrittori, editori, registi, tutti coinvolti nella confezione dei booktrailer che verranno proiettati a ciclo continuo. Lo scrittore e autore televisivo Tommaso Labranca fungerà da giurato, con il compito di premiare il lavoro più originale. Interverranno scrittori emergenti come Arianna Giorgia Bonazzi, Simone Sarasso e Paolo Roversi, talent scout editoriali come Giulio Mozzi, scrittori come Cristiano Cavina e Lorenzo Beccati, che è anche autore televisivo di Striscia la notizia. Il lettore perdonerà il conflitto d'interessi se anche l'estensore di questo articolo sarà presente con un booktrailer tratto da un suo libro. Al regista Antonio Monti spetterà il compito di spiegare tecniche e prospettive di una forma di comunicazione oggi pionieristica e incoraggiata dallo sviluppo di Internet e dalla diffusione di Youtube, il sito che permette di assaporare con comodo ogni genere di filmati sullo schermo del proprio computer. Tra gli editori più sensibili a questa iniziativa ci sono per ora Marsilio, Salani, Fandango e Mursia. E' prevista anche la presenza di attori professionisti come Gianni Fantoni, Rossana Carretto e Laura Negretti.
Un'occasione, insomma, di sperimentare un confine tra mezzi espressivi in apparenza lontani, ma che mettono alla prova la creatività di chi li pratica. «Di cosa parliamo quando parliamo di booktrailer?» sarà replicato a breve a Piacenza con la scrittrice Barbara Garlaschelli ed è un progetto pilota in vista di un vero e proprio «Booktrailer Festival».
www.pbianchi.it