Boom per gli «007» Le agenzie private di investigazione cercano 500 addetti

La crisi accelera il giro d’affari delle agenzie di investigazioni private, ma le aziende in Italia faticano a trovare personale qualificato per rispondere alla crescente domanda di servizi investigativi. Il segnale arriva da «Axerta Investigazioni» (società attiva dal 1963 con 8.000 casi all'anno gestiti, 45 agenti sul territorio e sedi a Milano, Roma e Padova) che ha svolto una ricognizione nel settore, basandosi anche su uno studio della Camera di Commercio di Milano. Mancano, secondo Axerta, almeno 500 agenti nelle 3.005 agenzie italiane. Il settore, che dà lavoro a circa 10.000 addetti, nell’ultimo anno ha fatto registrare una crescita del 20% (la sola richiesta di indagini sui minori da parte delle famiglie per verificare l’uso di droga e/o alcol è cresciuta del 40% rispetto al 2007), generando un giro d’affari di circa 300 milioni.
Ma la rete di agenzie di investigazione privata attualmente operative sul nostro territorio si trova in difficoltà a rispondere alla crescente domanda di indagini (famigliari, spionaggio industriale, assenze sospette dal lavoro, altro) a causa della difficoltà a reperire nuovi agenti.