È boom per Benetton

Esaurita in una sola riunione la reazione ai ribassi di inizio settimana, anche Piazza Affari come le altre Borse europee ha cercato ieri di tirare i remi in barca. Ne è seguita una seduta di scarso interesse, con scambi attorno a 5 miliardi di euro. I realizzi hanno pesato soprattutto nel comparto delle banche, con Unicredit e Capitalia in calo intorno al 2%, mentre non si arresta il declino di Bpm che anche ieri ha perso l’1,9%. Non è andata meglio per le blue chip, con Fiat che arretra del 2% circa; segno rosso per Telecom, mentre il recupero di Alitalia (più 3,6%) riflette le attese di un possibile ritorno in gara di Air France. Irregolari gli energetici nel giorno del nuovo record del greggio, mentre la scarsa trama operativa ha penalizzato Finmeccanica (meno 3,9%) e Luxottica, nonché Parmalat; boom per la Roma (più 20,2%) dopo la vittoria con la Dinamo, in crescita anche Benetton (più 6,6%).