Il boom di BikeMi, adesso le stazioni sono 130

Con l'inaugurazione di due nuove postazioni a Cadorna e Palazzo Marino-Scala, le biciclette in circolazione salgono a 2.050. Un grande successo anche l'apertura notturna

Le biciclette a noleggio sono sempre più un successo. E ormai si può dire che BikeMi sia davvero una scommessa vinta. E da oggi per i milanesi ci sono anche altre due possibilità con due nuove stazioni a Cadorna e Palazzo Marino-Scala che portano a 130 il totale e a 2.050 le bici in circolazione. In attesa che in agosto altre diciotto postazioni entrino in funzione.
Le due nuove postazioni sono rispettivamente dotate di 30 e 36 stalli e di 22 bici in media ciascuna. Di tipologia bifacciale, quella in Cadorna è la terza stazione realizzata nei pressi delle Ferrovie Nord Milano, la zona di maggior afflusso del servizio, da cui arrivano e partono la maggioranza degli utenti BikeMi. La stazione Palazzo Marino-Scala è in via Case rotte alle spalle di palazzo Marino. Già avviati i lavori per le nuove diciotto stazioni che saranno attive da agosto in via Pola, in via Taramelli, in Garibaldi angolo via Pepe, in via Borsieri angolo Confalonieri, in via Lagosta, in via S. Gioachimo, in viale Restelli angolo Galvani, in via Settembrini angolo Vitruvio, in via Ripamonti angolo Bellezza, in viale Coni Zugna angolo Solari, in piazzale Bacone angolo Matteucci, in corso Sempione di fronte alla Rai, in via Farini angolo Quadrio, in via Fratelli Bandiera, in via Morgagni angolo Redi, in largo Donegani, in corso Buenos Aires angolo di piazza Argentina e all'angolo di piazza Lima.
E a testimoniare la grande richiesta per il bikesharing, ci sono i numeri che segnalano un ulteriore aumento degli utilizzi in questa terza settimana di sperimentazione: 2.106 sono i prelievi totali by night, contro i 1.900 della settimana precedente. I prelievi totali di bici gialle a oggi salgono a oltre 3.250.000 e 27.600 sono gli abbonamenti sottoscritti tra annuali, settimanali e giornalieri. Aumenta notevolmente anche la media dei prelievi giornalieri notturni: passano infatti da 268 a 301 gli utilizzi registrati di notte. Salgono a oltre 350 in media quelli realizzati nelle serate della movida milanese, in particolare mercoledì, giovedì e venerdì.