Boom delle trasmissioni tv sull’aggressione a Silvio

Italia incollata alla televisione per conoscere le conseguenze del grave gesto di violenza nei confronti del presidente del Consiglio. Grande attenzione quindi per gli approfondimenti tv dedicati all’aggressione a Silvio Berlusconi nella serata di lunedì. La puntata speciale di Porta a Porta su Raiuno su «Violenza e politica» con ospiti di Bruno Vespa studio Rosy Bindi (Pd), Fabrizio Cicchitto (Pdl), Roberto Cota (Lega), Massimo Donadi (Idv), Ignazio La Russa (Pdl) e Pier Ferdinando Casini (Udc) è stata seguita da 4.687.000 (share 18.73%). Boom anche per Striscia la notizia che ha sfiorato i 9 milioni (8.870.000) con uno share del 31.44% nella puntata con l’intervista a due testimoni i quali, prima che Massimo Tartaglia aggredisse Silvio Berlusconi colpendolo al volto, avrebbero avvisato la Polizia di un possibile attentato al premier, senza però essere presi in considerazione. Su La7 ottimi ascolti per L’Infedele di Gad Lerner dedicato al comizio del premier a Milano e agli scontri tra le istituzioni, che ha avuto uno share del 4.2% con oltre 1 milione di telespettatori. Ampio spazio all’aggressione al premier Berlusconi anche nei tg: il Tg1 delle 20, con un editoriale del direttore Augusto Minzolini, ha avuto 7.355.000 (share 28.70%) di spettattori, il Tg5 della stessa fascia oraria è stato seguito da 6.942.000 (share 26.95%) e il Tg2 delle 20.30 con l’interevento del presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha ottenuto 2.355.000 (share 8.53%).