Boom di richieste per i Milano bond

Domanda tre volte superiore all’offerta. Albertini: «Forte segnale di fiducia»

Si è conclusa con una richiesta tre volte superiore all’offerta, l'emissione obbligazionaria da 1,7 miliardi di euro lanciata dal Comune per i Milano Bond. Soddisfatto il sindaco. «Si tratta - ha commentato Gabriele Albertini - di un'operazione di grande successo che testimonia l'ampia fiducia degli investitori italiani ed esteri nei confronti dell'Amministrazione comunale e della nostra città».
L’emissione ha visto una richiesta di obbligazioni tre volte superiore all'offerta sia in Italia che sul mercato europeo. «A fronte di un'offerta di obbligazioni per 1,7 miliardi di euro - ha puntualizzato Albertini - la richiesta dei sottoscrittori è stata pari a 4,6 miliardi di euro. Il Comune ha accontentato tutti gli investitori interessati anche se con un pacchetto di obbligazioni inferiore alle richieste».
Nell'esprimere contentezza anche per l'immagine «solida e credibile» del Comune, rafforzata dal successo dell'emissione, Albertini non ha mancato di osservare come «grazie a questo prestito obbligazionario l'Amministrazione comunale potrà estinguere i mutui precedentemente assunti senza aumentare il proprio indebitamento. Già a partire da quest’anno - ha concluso - il bilancio comunale potrà contare su 103 milioni di euro aggiuntivi che diventeranno 30 nel 2006 e 35 nel 2007 per un totale di 168 milioni di euro nel triennio».

Annunci

Altri articoli