Boom di vendite per le biciclette

Impiegati e dirigenti, commessi e studenti, avvocati e giudici. La paura e l’angoscia del «day after» ha spinto molti londinesi a comprare una bicicletta. Qualcuno ha pensato di rispolverare le vecchie bici dal garage. Per evitare di prendere metrò e autobus. E per evitare di macinare altri chilometri a piedi, come è successo giovedì a moltissimi abitanti della City. Così le strade della capitale britannica hanno iniziato ad assomigliare a quelle di Pechino. Qualcuno, stanco di camminare, ha addirittura offerto a un gruppo di ciclisti 300 sterline. In cambio volevano le loro bici, e una rapida lezione di come muoversi nel traffico. E i negozi di biciclette hanno registrato il doppio delle vendite rispetto ai giorni «normali».