Boonen dal re senza la maglia rubata a Madrid

Il Re è nudo. O meglio, il re del ciclismo mondiale, Tom Boonen, è rimasto senza maglia iridata. Quella vinta domenica pomeriggio sul traguardo di Madrid e che avrebbe voluto donare al re del Belgio gli è stata rubata domenica sera in una discoteca della capitale. «Custoditemela bene, è per il re», si era raccomandato il neo campione del mondo. Detto, fatto. Alla fine dei festeggiamenti la maglia con i colori dell'arcobaleno era sparita. Ieri, all'appuntamento con re Alberto II del Belgio, il prodigio del ciclismo mondiale, che a soli 24 anni ha vinto nella stessa stagione Fiandre, Roubaix e Mondiale, ci è andato con una copia. Accompagnato dal presidente della Lega Ciclistica belga, Laurent De Backer, Boonen ha ricevuto i complimenti del sovrano che a sua volta gli ha regalato una caricatura nella quale è ritratto insieme ad altri compagni di nazionale.