Bordighera, ruba l’auto allo zio e compie tre rapine: arrestato

Ruba l'auto allo zio e compie tre rapine, ma alla fine della «notte brava» viene arrestato: è un diciassettenne napoletano in vacanza ad Airole (Imperia) che, la scorsa notte, dopo aver sottratto di nascosto l'auto del parente di cui era ospite, ha commesso tre rapine nel giro di quaranta minuti, ed è stato arrestato dai carabinieri di Bordighera che hanno denunciato in concorso anche due nordafricani di 22 e 24 anni. Era circa l'una e trenta quando il giovane, Enrico M., si è impossessato delle chiavi dell'Alfa Romeo 147 ed è uscito di casa dirigendosi verso Bordighera. Nei pressi della stazione ferroviaria ha conosciuto i due stranieri con i quali è andato a bere un paio di bicchieri. Quindi, intorno alle 4, i tre si sono spostati verso la vicina Ospedaletti, dove hanno tentato di entrare in discoteca, ma sono stati respinti per via della tarda ora. È stato a quel punto che il minorenne ha deciso di fare una rapina per procurarsi un po’ di soldi. I due magrebini, ascoltati dai carabinieri dicono di essere stati costretti, sotto la minaccia di un coltello a serramanico, a seguirlo nelle scorribande. Una tesi che, se accertata, potrebbe costare al ragazzo anche l'accusa di sequestro di persona.