Borghesi cede il passo a Scotti

da Milano

Arnaldo Borghesi ha presentato le dimissioni da amministratore delegato di Lazard Italia. Lo si legge in una nota della società che ha confermato la designazione di Giancarlo Scotti all’incarico e la formalizzazione della staffetta al vertice entro la fine della settimana. Si conclude così una vicenda dai tratti decisamente insoliti per le tradizioni della banca d’affari francese. Tutto è iniziato il 17 gennaio scorso, quando la capogruppo Lazard ha annunciato la nomina di Giancarlo Scotti alla carica di ad al posto di Arnaldo Borghesi. Poche ore, e arriva una nota dello stesso Borghesi, che precisa di non aver mai dato le dimissioni dall’incarico. Rinviata la convocazione del cda che avrebbe dovuto sancire la nuova nomina e che si è tenuto ieri, parte allora una fitta serie di colloqui tra la banca e il manager per trovare una composizione che togliesse alle dimissioni dell’ad il sapore di un licenziamento. Di «ricambio generazionale» aveva parlato il presidente Jeffry Rosen, come già dopo l’uscita, pochi mesi fa, di Gerardo Braggiotti. E ieri, a cambio della guardia avvenuto, Rosen ha commentato:«La guida di Lazard Italia è in buone mani».