Borghezio alla ricerca della setta segreta «padrona del mondo»

L’idea che ci sia un gotha di finanzieri, industriali e capi di Stato che in gran segreto decidano i destini del mondo, assomiglia più a una trama da romanzo di Dan Brown. E invece l’europarlamentare leghista Mario Borghezio ne è talmente convinto da organizzare a Bruxelles una conferenza stampa contro «il club Bilderberg», che domani si riunisce a Sitges, sulla costa catalana della Spagna: «Parteciperanno sia il presidente della Commissione Ue Josè Manuel Durao Barroso, che quello del Consiglio Ue, Herman Van Rompuy e persino il numero uno Bce Jean-Claude Trichet». Di fianco a Borghezio anche l’europarlamentare indipendentista inglese Godfrey e il giornalista di origine russa Daniel Estulin, che giura di aver lavorato al suo libro contro il club basandosi su fonti dell’intelligence Usa: «L’obiettivo del club - dice Estulin - è distruggere tutti gli Stati e creare una compagnia mondiale».