Borghezio vs Obama

Dispiace non poter votare contro Obama, ha dichiarato in sintesi l’europarlamentare leghista Mario Borghezio dopo la gaffe del candidato democratico che si è lasciato sfuggire un mezzo riferimento alla sua presunta fede islamica, sempre negata. «Il lapsus freudiano in cui è incorso il povero Obama - ha detto Borghezio - peraltro molto caro all’establishment politico e mediatico dell’alta finanza che lo sovvenziona, indurrà ogni buon americano a votargli contro. Lo faremmo volentieri anche noi se potessimo votare in America. Contemporaneamente manderemmo a Washington una guerriera del profondo Nord che sicuramente non piazzerà sulla Casa Bianca la bandiera arcobaleno dei pacifisti».