Borghi espone in Biennale e dipinge sempre in atelier

La Biennale di Venezia è soltanto l'ultima tappa del successo che ha investito la pittura di Alfonso Borghi. L'artista padano è oggi il massimo esponente di quella pittura informale e materica, che vede le sue origini nell'arte espressionista del secondo Novecento.
Ma la pittura di Borghi non teme confronti e non ha eguali. Dopo Milano, Roma, Dubai e Los Angeles, Borghi lo ritroveremo in mostre e fiere dell'arte a Brescia, Verona e Bologna. Borghi, classe 1944, espone per la prima volta a 18 anni, dapprima si confronta con Picasso e il cubismo Oggi gli amanti della sua pittura, possono visitare, previo appuntamento, il suo magico atelier a Campegine (RE), e magari poterlo ammirarlo mentre dipinge. Informazioni sul sito www.alfonsoborghi.com