Borough Market, un posto e un libro da non perdere

Crisi o non crisi, nulla fermerà la transumanza natalizia italiana verso Londra. Alle mete più gettonate, è bene aggiungerne una che per tanti suonerà nuova: il Borough Market, boroughmarket.org.uk, secolare mercato di prodotti alimentari di raro spessore qualitativo e bellezza d’insieme. Si trova vicino a London Bridge che, è bene ricordarlo, fino al Settecento era il solo ponte che univa le due sponde del Tamigi. Oggi suona strano, quasi impossibile ma bisogna tenere conto che allora Londra si sviluppava su una sola sponda del fiume, quella nord, l’altra rispetto al Borough Market.
Il bazar che possiamo ammirare oggi venne eretto in Stoney street nel 1755 in una zona chiamata The Triangle, dove Vinopolis, enoteca, ristorante e museo del vino, arricchisce l’offerta di golosità in viuzze ove tutti i negozi sono botteghe di generi alimentari o pub con i loro lunghi e normali orari di apertura. Il Borough vero e proprio invece, conseguenza della sua anima artigianale, apre solo tre giorni a settimana: giovedì (dalle ore 11 alle 17), venerdì (12/18) e sabato (9/16). Cambia tutto sotto Natale: da oggi al 24 sarà vita piena, poi le bancarelle di formaggi e verdure, pesce e carne, dolci e pane, saranno più chiuse che aperte (il 27, 30 e 31, quindi il 3 gennaio). Forte la presenza di prodotti italiani grazie anche allo Slow Food e di spessore il contenuto di un ricettario nato in occasione del 250° compleanno: Borough market cookbook: Meat & Fish per Civic books.