Con Borrelli la sinistra ci anticipa ancora in visibilità e marketing

Caro Massimiliano, nulla è lasciato al caso. La cultura del particolare è sempre stata uno degli aspetti più significativi della sinistra italica. La nomina di Francesco Saverio Borrelli a capo della giustizia sportiva rappresenta un'occasione mediatica dalla straordinaria valenza nei contenuti, non ultimi anche quelli politici. Da oggi e chissà ancora per quanto tempo sentiremo parlare del connubio Borrelli e Calcio. Il calcio, lo sport più amato dagli italiani, rappresenta uno spazio unico per visibilità e marketing socio politico. Le considerazioni fatte da molti analisti di cose calcistiche hanno fatto da apripista a questo tipo di nomina attraverso osservazioni di «grande respiro» nella forma ma improntate al solito relativismo nella sostanza. L'approccio mentale e interpretativo da parte di Borrelli sarà la variabile indipendente da seguire nei prossimi giorni. Sta di fatto che, ancora una volta, sul piano della visibilità istituzionale siamo stati scavalcati. Il resto lo vedremo.