Borriello è del Milan, Samp: tutto Cassano

Per il barese ingaggio da 2,8 milioni, al Real 5 milioni se il giocatore verrà ceduto ad altre squadre. Mentre al Genoa vanno 7,5 milioni (più Di Gennaro) per il bomber azzurro che torna a Milano. La Fiorentina presenta Gilardino

Milano - Antonio Cassano è un giocatore della Sampdoria a tutti gli effetti. Il Real Madrid ha accettato le condizioni poste dalla società blucerchiata per il riscatto del campione barese e ha inviato via fax nella sede di Corte Lambruschini i documenti da controfirmare. Entro questa sera o al massimo domani i documenti saranno reinviati a Madrid con le firme in calce dell’amministratore delegato Beppe Marotta. Dopo questa operazione, sarà dato l’annuncio ufficiale. Nello stesso tempo il procuratore di Cassano, Giuseppe Bozzo, si è recato a Coverciano per far sottoscrivere al giocatore un contratto sino al 2013 con la Sampdoria, sulla base di un ingaggio di circa 2,8 milioni a stagione. Nel contratto è prevista una clausola di rescissione tra i 18 e i 20 milioni di euro, che chiunque potrà sborsare se vorrà acquistare Cassano, la cui volontà diventa dunque decisiva per il futuro. Di certo per il prossimo anno il barese non si muoverà da Genova. Qualora fosse ceduto subito, comunque, il Real percepirebbe sette milioni di euro, cinque in caso di vendita entro i prossimi tre anni. Intanto, per acquisire a titolo definitivo il cartellino di Cassano, la Sampdoria non ha pagato nulla. Da valutare invece l’ipotesi del trasferimento in blucerchiato, con la formula del prestito, di un altro giocatore del vivaio madridista.

Borriello Sette milioni e mezzo di euro in contanti, più la comproprietà del giovane attaccante Davide Di Gennaro, reduce da una stagione in prestito al Bologna: è questa la contropartita ricevuta dal Genoa per la cessione al Milan della propria metà di Marco Borriello, vicecapocannoniere italiano del campionato con diciannove reti all’attivo. La società rossoblù ha già reinvestito circa 5 milioni di euro per l’acquisto del laterale sinistro Francesco Modesto dalla Reggina.

Gilardino Presentazione ufficiale a Firenze per Alberto Gilardino. "Sono molto felice. A Firenze comincia una nuova parte della mia vita. È un ambiente diverso che mi darà tantissimo, altrimenti non avrei fatto questa scelta". Così Gilardino nel giorno della presentazione al Franchi. L’ex giocatore del Milan è stato accolto con grande entusiasmo da migliaia di tifosi. "Questo matrimonio si è rivelato riuscito fin dai primi giorni - afferma -. Arrivo in una società ambiziosa e sono pronto a dare il meglio di me. Con il Milan ci siamo lasciati in ottimi rapporti e non ho rimpianti. Lì ho vinto tanto ed è una grande squadra, ho lasciato amici importanti. Il Milan - aggiunge - ci ha dato una mano in questo affare". Ha scelto la Fiorentina perché vuole "tornare protagonista. Avevo l’ambizione di tornare a giocare con continuità, mostrare il mio valore e tornare a fare gol. Con Prandelli ho un ottimo rapporto" dice parlando del tecnico dei viola che lo ha allenato ai tempi del Parma.