Borriello verso la Roma, la Juve si ferma a Rinaudo

La società bianconera perde il centravanti e si accontenta di uno stopper di riserva. Zebina a Brescia, Camoranesi a Stoccarda. Per il centravanti in giallorosso, la parola a Unicredit

La Juve fa e disfa, tourbillon di possibilità e idee. L'ultima idea è quasi da squadra di medio- bassa classifica: Rinaudo in arrivo dal Napoli per giocarsi un posto da stopper in panchina. Persa la possibilità di Kaladze (Grosso non ha favorito lo scambio e il milanista si accasa con il Genoa) ecco l'ultima chance. Il resto è stato un vai e vieni. Anche di speranze. Jonathan Zebina è ufficialmente un giocatore del Brescia. Rescisso il contratto con la Juventus, il 31enne difensore francese si è legato alle Rondinelle con un contratto biennale.
Lascia anche Camoranesi, dopo otto stagioni. Giocherà in Bundesliga, nello Stoccarda. Nella città tedesca ha già sostenuto le visite mediche. Con la maglia bianconera Camoranesi ha collezionato 288 presenze e 32 reti, vinto tre scudetti (due revocati) e due Supercoppe italiane, oltre che il campionato di serie B dopo la retrocessione a tavolino della Juventus. Adieu all'idea Borriello. La JUve non ne esce bene, nonostante tutyti gli sforzi. «Quella di Borriello era una trattativa come tante altre, potevamo acquisirlo solo a titolo temporaneo quindi non abbiamo proseguito con la trattativa». Così il direttore generale della Juventus, Beppe Marotta, ha risposto alle domande dei cronisti uscendo dalla sede del Milan in via Turati a Milano. Il dirigente, che ha specificato di non sapere se Borriello andrà alla Roma, ha aggiunto: «il mercato è chiuso». E infatti dopo un'ora stava acquistando Rinaudo.
Invece Boriello potrebbe andare a Roma. La società ha chiesto a Unicredit il premesso di spendere danari fuori budget. Se la banca-padrona accetterà, la Roma farà uno dei più importanti colpi del mercato. E avrà dimostrato di sapersi rinforzare a danno delle milanesi, alle quali certamente metterà i bastoni fra le ruote nella lotta scudetto.