In Borsa entro novembre la controllata brasiliana

È prevista tra la fine di ottobre e gli inizi di novembre la quotazione alla Borsa di San Paolo di Terna Participacoes, holding brasiliana del gruppo Terna. A riferirlo è stata ieri l’agenzia Ansa, citando fonti di mercato. Terna Participacoes - società interamente controllata da Terna - lancerà un’offerta pubblica riguardante il 25-30% del suo capitale sul cosiddetto Nivel 2 della Borsa di San Paolo, in linea con il flottante minimo richiesto da questo segmento del mercato azionario locale. Complessivamente, saranno messe a disposizione degli investitori circa 22 milioni di units, composte da un'azione ordinaria e due preferenziali. Secondo alcuni osservatori, tra gli obiettivi dell'ingresso in Borsa di Terna Participacoes c'è la volontà dell'azienda di crescere nel settore della trasmissione di energia elettrica in Brasile. Un’opzione strategica che però non viene commentata dai vertici di Terna in Brasile. Nel Paese latino-americano Terna Participacoes è il secondo operatore privato nel settore della trasmissione di energia e controlla le compagnie di linee di trasmissione brasiliane «Novatrans Energia» e «Transmissora Sudeste-Nordeste». La sua presenza in Brasile si concentra soprattutto nel Nord e nel Nordest del Paese, dove controlla quasi 2.500 chilometri di linee. Terna (ma questa volta si parla della casa madre italiana) resta in corsa, insieme a Deutsche Bank, anche per l’acquisizione della rete ad alta tensione messa in vendita da Aem. Il cda della società milanese si riunirà il 5 ottobre per esaminare le proposte ricevute.