Borsa Italiana e Lse: il «recesso» costerà 88 euro

Il cda di Borsa Italiana ha fissato a 88 euro per azione il prezzo di liquidazione delle azioni ai soci che decideranno di esercitare il diritto di recesso nell’ambito dell’operazione di integrazione con il London Stock Exchange. Lo dice una nota della Borsa, aggiungendo che il consiglio ha deliberato le modifiche statutarie funzionali al perfezionamento dell’operazione di fusione con Lse. Le modifiche, raccomandate dal cda ai soci, saranno sottoposte all’approvazione dell’assemblea straordinaria dell’8 agosto. Il prezzo di recesso corrsponde a un valore di circa 1,4 miliardi contro gli 1,6 miliardi attribuiti a Borsa Italiana nell’ambito dell’operazione di aggregazione. Dopo le modifiche e le valutazioni dei rispettivi consigli di amministrazione potrà essere portata a termine l’operazione che dovrebbe concludersi nel mese di ottobre.