Borsa, Milano ancora in rosso, pesano le banche e le assicurazioni

Le perdite di Wall Street e il diffuso malumore sull'intero comparto bancario mondiale spingono in rosso i listini europei che segnano cali tra l'1 e il 2%, e anche Piazza affari cede l'1,21% nel Mibtel, l'1,87% nell'S&P/Mib. In questo contesto, i titoli degli istituti italiani hanno tutto sommato limitato i danni pur accusando ingenti ribassi:maglia nera Banco Popolare (-8,8%) seguita da Unicredit (-7%),ma hanno sofferto anche Bpm (-5,6%), Intesa Sanpaolo (-4,2%) e Mps (-2,6%), in controtendenza Mediobanca (+2%). Tra gli assicurativi, Alleanza è la peggiore (-3,25%), mentre tra gli editoriali, male L'Espresso che scivola per la prima volta sotto un euro (-7,9%). Seduta a doppio taglio per Fiat nel giorno dell'annuncio di un accordo preliminare con Chrysler che porterà il gruppo torinese a detenere circa il 35% della casa di Detroit: se le indiscrezioni e la conferma dell'intesa avevano spinto le azioni a guadagnare anche il 6%, toccando un massimo di 4,75 euro, l'inversione di tendenza del mercato nel pomeriggio ha fatto scattare rapidi realizzi che hanno portato a una chiusura in calo dell'1,34%. Circa 42,4 milioni i pezzi trattati pari al 3,9% del capitale ordinario. In controtendenza rispetto all'andamento degli indici, Parmalat (+2,57%) su cui continuano gli acquisti alimentati dalle indiscrezioni che vogliono il gruppo di Collecchio nel mirino di Granarolo e di fondi libici. Brillano Finmeccanica (+2,2%) sostenuta dal «buy» di Merrill Lynch e Terna (+1,8%) Finale in rosso dopo una buona seduta per Enel (-0,5%): stamane l'amministratore delegato Fulvio Conti ha dichiarato che ci sono ancora spazi per trovare una soluzione per rilevare il 25% di Endesa nelle mani di Acciona. Le Borse estere. Vista la giornata festiva di ieri per i mercati Usa, Wall Street ha reagito con un giorno di ritardo alla nuova bufera sul comparto bancario, trascinando al ribasso anche oggi gli indici delle Borse europee. a Francoforte il Dax l'1,77% a Madrid l'Ibex35 il 2,57%, a Zurigo lo Smi l'1,14%, ad Amsterdam l'Aex il 2,08% , a Londra - dove Lloyds Banking Group ha lasciato sul terreno il 31%- il Ftse100 ha perso lo 0,42%.A Parigi il Cac40 ha perso il 2,15%: scivolone per Air France-Klm, che ha perso il 9,4%, dopo aver previsto un risultato operativo negativo alla fine del terzo trimestre.