Borsa: ok alla prima quotazione di una «Spac»

Via libera alla quotazione di «Italy1», una società creata all'unico scopo di acquistarne un'altra e a fondersi con essa restando sul mercato. È la prima volta in Italia. Tra i soci Vito Gamberale e Roland Berger.

ROMA - Via libera di Borsa Italiana alla quotazione Italy1 Investment la prima «Spac» (acronimo di «special purpose acquisition company», società speciale a scopo di acquisizione) costituita su iniziativa di Vito Gamberale, numero uno del fondo infrastrutturale F2i, del consulente Roland Berger e di Carlo Mammola, amministratore delegato del fondo di private equity inglese Argan Capital.
La Spac è una novità assoluta per Piazza Affari: si tratta di una società-veicolo che, attraverso la quotazione, raccoglie capitali che utilizza per realizzare una sola acquisizione. Conclusa l'operazione, la società-bersaglio viene fusa con il veicolo e si trova quotata.
Borsa Italiana, si legge nella nota della società, ha ammesso a quotazione nel mercato telematico degli Investment Vehicles (MIV), segmento professionale, le azioni ordinarie di classe A e gli warrant di Italy1. L'inizio delle negoziazioni è atteso entro la fine del mese di gennaio 2011, dopo l'ok di Borsa italiana.
Lo scorso 24 dicembre, inoltre, la Cssf (la competente autorità lussemburghese) ha disposto la pubblicazione del prospetto di quotazione di Italy1, assistita dall'advisor Banca Imi.