La Borsa tedesca rilancia Ma Parigi non ci sta

da Milano

Deutsche Boerse ha precisato i termini della sua proposta di fusione con Euronext: in base all’offerta tedesca l’operatore borsistico paneuropeo - che gestisce le piazze di Parigi, Amsterdam, Bruxelles e Lisbona - viene valorizzato poco più di 8 miliardi di euro. La società che gestisce Francoforte ha ribadito che sta cercando di convincere Euronext a optare per la soluzione europea, a scapito di una fusione con il Nyse group, controlla il New York stock exchange. Deutsche Boerse propone 72,17 euro per ognuna delle oltre 111,3 milioni di azioni Euronext. Precedentemente l’offerta era ferma a 65,99 contro quella del Nyse a 68,82 euro per azione (7,8 miliardi di euro totali). Parigi non è d’accordo sulla valutazione che viene fatta tenendo conto delle variazioni di quotazione dei titoli Euronext e ricorda che l’offerta del Nyse comprende una porzione in contanti pari al 30%, mentre quella di Francoforte prevede unicamente lo scambio di titoli.