Borse, abiti e oro il vintage d’autore sbarca a Belgioioso

Dal 24 al 27 aprile in passerella il meglio delle griffe dagli anni ’60 in poi, oltre a rari costumi di scena

Un modo alternativo di fare shopping? Questo fine-settimana si può visitare la manifestazione fieristica Next Vintage, appuntamento primaverile con la moda e gli accessori d’epoca che si tiene al Castello di Belgioioso, www.belgioioso.it, 0382. 970525, in provincia di Pavia.
Settimana prossima, da giovedì 24 a domenica 27 aprile, l’antica residenza neoclassica sorta nel XIV secolo ad opera di Gian Galeazzo Visconti, da lui voluta come luogo di riposo, divertimento e caccia, è la cornice ideale per ammirare e comprare capi d’abbigliamento, borse, gioielli, scarpe e altri accessori ricchi di fascino e di storia.
Nei grandi saloni, in un giardino di estrema bellezza e nel Parco di 40 mila metri quadrati che circonda la Villa, in passato popolato da cervi e altri animali, cinquanta espositori provenienti da tutta Italia metteranno in vetrina un repertorio incredibile di capi d’autore, abiti provenienti dalle prime produzioni di griffes famose, abiti degli anni ’60, ’70, ’80 e ’90, capi di gran fascino per grafismi e tagli audaci d’altri tempi, che sempre più tornano di moda.
Collezionisti e semplici appassionati del bello possono divertirsi e provare a creare abbinamenti anche molto audaci: piume tropicali, sandali a zeppa lucidi, borsette in colori sgargianti, gioielli semi-preziosi maxi, occhiali a farfalla, abitini bon ton anni Sessanta, alcuni unici e originali perché realizzati a mano con materiali recuperati, sgualciti, intarsiati, ricamati, rattoppati e stropicciati.
Ma non è tutto: una galleria di modernariato milanese presenterà arredi e oggetti d’autore, di illuminazione, mobili, design e complementi d’arredo italiani originali vintage; inoltre la Fondazione Cerratelli, fondazionecerratelli.it, depositaria della più importante collezione esistente di costumi teatrali e cinematografici d’epoca (detiene circa 25mila costumi e 20mila fra locandine di film, foto di scena, manifesti e bozzetti) ha organizzato nelle sale del Castello la mostra Le Rarità. Costumi di scena, che presenta costumi di scena indossati durante spettacoli e rappresentazioni del secolo scorso da celebri personaggi dello spettacolo, da Maria Callas a Sofia Loren, da Anna Magnani a Claudia Cardinale e da Placido Domingo a Alec Guinnes.
In giornata - e in zona - si può pranzare alla Trattoria San Giacomo, www.trattoriasangiacomo.com, telefono 0382.969170, e gustare una genuina cucina del territorio. Se si ha più tempo da Milano è possibile arrivare al Castello anche in modo ecologico: si giunge in treno fino ad Abbiategrasso, e ci si avvia poi a piedi verso il Ticino seguendo le sponde del fiume e percorrendo verso sud l’omonimo Parco, giungendo fino a Pavia. Qui è opportuno fermarsi a cena all’Osteria del Naviglio, www.osteriadelnaviglio.it, 038. 460392, dove assaggiare di piatti dai sapori tradizionali della zona, e, per rimanere in tema, pernottare nel meublé Aurora, hotel-aurora.eu, 0382.23664, per proseguire il cammino il giorno seguente e raggiungere, seguendo la Via Francigena tra Pavia e Piacenza, viafrancigena.eu, il Castello di Belgioioso.