Borse, un martedì nero su timori recessione Usa

Pesanti perdite in Europa dopo la diffusione dei dati americani che danno una netta flessione nel settore dei servizi. Chiusure fortemente negative per Londra (-2,86%), Milano (-3%), Francoforte (-3,5%) e Parigi (-4%). Male anche Wall Street

Milano - Peggiorano ancora le borse europee sui timori di uno scivolamento in recessione dell’economia statunitense. Si inebolisce a braccetto con Wall Street ed Europa anche Piazza Affari, con gli indici principali S&P/Mib e Mibtel che poco dopo le 17 segnano una flessione rispettivamente del 3,14% e 3,06%. Gli indici del Vecchio Continente sono girati in rosso dopo la diffusione dell’indice Ism americano, che ha mostrato a gennaio una forte contrazione dell’ampio settore dei servizi. Il benchmark paneuropeo Fts arriva a toccare il livello più basso di seduta a -3%. Nel resto d’Europa il paniere londinese Ftse 100 cede il 2,86%, il Dax di Francoforte il 3,5% e il CAC 40 parigino il 3,98%.