Borse, Piazza Affari è la migliore in Europa La chiusura a + 3,04

L’Europa continua a correre e per la seconda seduta consecutiva si mette alle spalle i timori per la crisi del
debito sovrano. <strong><a href="/esteri/stati_uniti_dodici_giorni_per_evitare_fallimento_obama_preme_laccordo/bilancio_usa-minnesota_bilancio-gang_of_six-tea_party/20-07-2011/articolo-id=535953-page=0-comments=1">Negli Usa ancora 12 giorni per evitare il fallimento: Obama preme per l'accordo</a></strong>

Milano - Terza seduta di settimana in deciso rialzo per la borsa di Milano che archivia le contrattazioni guadagnando ancora una volta 3 punti percetuali e attestandosi per il secondo giorno consecutivo come miglior piazza del Vecchio Continente. Il Ftse Mib ha chiuso la giornata in rialzo del 3,04%% a 18.784,11 punti, Ftse All Share +2,7%, Ftse Star +0,64%. A far segnare il deciso aumento della piazza milanese sono stati soprattutto i titoli bancari e assicurativi, oltre a picchi molto alti toccati da titoli come Fiat e Mediaset. Nel dettaglio, fra i bancari Unicredit ha segnato un rialzo del 5,9%, Intesa +6,61%, Ubi +4,49%, Mps +6,4%, Mediobanca +4,13%. Fra gli assicurativi sotto i riflettori oggi soprattutto i titoli legati alla galassia Ligresti: questa mattina FonSai e Milano assicurazioni hanno comunicato che tutti i diritti rimasti inoptati relativi ai rispettivi aumenti di capitale sono stati venduti in Borsa oggi, nella prima seduta di offerta dell’inoptato. FonSai ha guadagnato il 9,27%, Milano assicurazioni +4,19%. Bene anche i titoli del Lingotto che sembra abbiano beneficiato di uno studio di Goldman Sachs che ha confermato il consiglio di acquisto e ha ritenuto che il prossimo passo del gruppo guidato da Sergio Marchionne possa essere una fusione con Chrysler. Fiat ha guadagnato il 5,23% in chiusura, Fiat Industrial +05,59, Exor +2,2%. Buona la seduta anche di Mediaset che ha guadagnato il +3,46% e fra gli energetici Eni, +1,5%, Enel +3,05%.

Attesa per il savaltaggio della Grecia In Europa sale l’attesa per l’incontro di domani tra i vertici dell’eurozona per affrontare il problema di salvataggio della Grecia e anche per analizzare un eventuale piano per scongiurare l’effetto contagio. Oltreoceano, invece, si scommette su un imminente accordo tra repubblicani e democratici per alzare il tetto legale sul debito pubblico. Intanto va avanti la stagione delle trimestrali. Nella notte Apple ha stupito gli analisti con numeri superiori alle attese.