Borseggi e rapine: 57 arresti

Tremila «falsi», tra borse, cinture, occhiali e portafogli tutti «rigorosamente» griffati Prada, Chanel, Dior, Gucci e tanti anche con il marchio A.S. Roma. Cinque extracomunitari espulsi perché senza permesso di soggiorno. È il primo bilancio dell’operazione contro il commercio abusivo condotta dalle Fiamme gialle del Comando provinciale impegnate mercoldì scorso tra le vie di Trastevere con trenta pattuglie. Oltre ai sequestri penali, sono stati eseguiti controlli in materia di licenze di vendita, scontrini e ricevute fiscali, che hanno permesso di rilevare 9 mancate emissioni del titolo su 15 controlli.
E per quanto riguarda la microcriminalità sono state cinquantasette le persone arrestate mercoledì dai carabinieri del Comando Provinciale di Roma. Si tratta di arresti eseguiti quasi tutti in flagranza di reato. Furti di ogni genere, borseggi, rapine, spaccio di stupefacenti sono i reati principali per i quali i carabinieri sono intervenuti. Oltre il 50 per cento degli arrestati sono stranieri. Per alcuni di loro, privi di permesso di soggiorno, sono state avviate le procedure per l’espulsione dal territorio nazionale.