Borseggio fallito alla Melandri ai funerali di Foa

C’era folla ieri fuori dalla camera ardente allestita a Roma in onore di Vittorio Foa, scomparso lunedì a 98 anni. Molti politici erano là per l’addio a uno dei padri della sinistra e nella fitta ressa si nascondeva un borseggiatore, 60 anni, pregiudicato. Nel codazzo di vip ha individuato Giovanna Melandri e ha cercato di sfilarle il portafogli. E ci sarebbe riuscito se in corso Italia non fosse stato sorpreso dall’autista di Anna Finocchiaro che, avendo assistito all’aggressione ha bloccato il malvivente e subito ha lanciato l’allarme. È stato proprio lui a portarlo, quasi di peso, agli stessi poliziotti che presidiavano la zona per controllare che filasse tutto liscio fuori dalla camera ardente di Foa. E quando l’autista ha portato quell’attempato borseggiatore agli agenti, loro l’hanno caricato in auto e l’hanno condotto al commissariato Parioli dove è stato formalizzato l’arresto.