Bosniaco salva due bambini poi scompare tra le onde

Dopo aver soccorso due fratellini in difficoltà tra le acque, un extracomunitario di 32 anni è stato travolto dalle onde. Da ieri pomeriggio la Guardia costiera lo sta cercando. I genitori dei bambini se ne sono andati senza ringraziare nessuno

Venezia - Ha salvato due bambini che rischiavano di annegare ed è scomparso tra le onde. Di Dragan Cigan, muratore bosniaco di 32 anni, non si hanno più tracce da ieri pomeriggio. E le ricerche, nelle acque di Cortellazzo di Jesolo, sono riprese questa mattina presto. Cigan si trovava sulla spiaggia quando è stato messo in allerta dalle voci di due fratellini di 7 e 10 anni di Roncade (Treviso), in difficoltà tra le onde.Secondo i presenti, il bosniaco non ha esitato a tuffarsi in acqua ed è riuscito a trarli in salvo con l'aiuto di un altro soccorritore extracomunitario rimasto per ora sconosciuto. Poi un'onda lo ha travolto ed è scomparso. Le operazioni sono condotte dalla Guardia costiera ausiliaria, la capitaneria di porto e dai vigili del fuoco. Proprio questi ultimi stanno intervenendo con l’elicottero e con gruppi di sommozzatori di Jesolo e Mestre in attesa del supporto anche dei sommozzatori dei vigili del fuoco di Vicenza.

Nessun "grazie" dai genitori Secondo il comando della Guardia Costiera jesolana il bambino è stato salvato quindi dall’intervento di altri tre bagnanti veneziani, due ragazzi di Mestre e uno di Mira. Oltre ai comprensibili momenti di paura legati alla tragedia sulla spiaggia di Cortellazzo ieri si sarebbero vissuti anche attimi di tensione tra i testimoni e i genitori dei bambini messi in salvo. I due genitori di Roncade dopo aver riabbracciato i figli si sarebbero allontanati senza nemmeno ringraziare la famiglia di Dragan. A bloccarli gli agenti di polizia giunti sul posto per i primi rilievi. La famiglia trevigiana in ogni caso, da quanto si è appreso, se ne sarebbe andata successivamente tra gli insulti dei presenti.