Bossi a Berlusconi: sulla giustizia conviene fare un accordo col Pd

E' quello che, secondo Umberto Bossi, il premier Silvio Berlusconi dovrebbe fare per poter riformare la giustizia: &quot;Conviene fare degli accordi, sennò il lavoro non va avanti&quot;<br />

Roma - Un accordo col Pd per risolvere il nodo giustizia. E' quello che, secondo Umberto Bossi, il premier Silvio Berlusconi dovrebbe cercare di raggiungere per poter riformare la giustizia. "Conviene sempre fare degli accordi, sennò il lavoro non va avanti: se Berlusconi vuole che il lavoro vada avanti veloce non può sparare come ha fatto la settimana scorsa", ha detto il leader della Lega e ministro delle Riforme, in Senato dove sta partecipando alla seduta delle commissioni sul federalismo fiscale.

"Da rivoluzionario sono diventato mediatore"
Quindi la Lega, ha assicurato Bossi, "auspica anche sulla giustizia" un accordo col Pd, e sostiene l’iniziativa di chi punta ad un’intesa col Pd. "Da rivoluzionario sono diventato mediatore...", ha detto sorridendo il senatùr. I cronisti hanno provato a chiedere a Bossi anche della questione Vigilanza Rai, e della possibilità che la maggioranza aiuti a sbloccare l’impasse creata dall’elezione di Riccardo Villari alla presidenza della bicamerale, come chiesto dal Pd: "Cerchiamo di non mettere tutto insieme. Il metodo della trattativa va benissimo - ha spiegato Bossi - ma non si può sempre tirare acqua al proprio mulino e basta, sennò si fallisce".