Bossi: "Io e Silvio dovremmo andare da Napolitano"

Milano - Silvio Berlusconi e Umberto Bossi dovrebbero andare insieme al Quirinale per «mettere le carte sul tavolo» e fare capire al presidente della Repubblica che «così non si può più andare avanti». Lo ha detto il segretario federale del Carroccio, Umberto Bossi, parlando con i suoi elettori in diretta su Radio Padania, un blitz fuori programma, il suo. «Io e Berlusconi - ha detto commentando i risultati elettorali che secondo lui sono stati "una bastonata tra i denti per Prodi" - dovremmo andare insieme da Napolitano a mettere giù le carte sul tavolo perchè così non si può andare più avanti».
Assieme, anche perché il rapporto tra la Lega Nord e Berlusconi è ancora «molto buono», anche in considerazione dei risultati ottenuti correndo uniti alle amministrative. Bossi ha ammesso che, quando si fanno intese elettorali, «i politici guardano sempre all’interesse del proprio partito», ma per quanto riguarda la Lega e Forza Italia il rapporto si potrebbe definire simbiotico: «Berlusconi ha bisogno della Lega e noi - ha ragionato Bossi - abbiamo bisogno di Berlusconi per ottenere il federalismo. In ogni caso, il rapporto personale tra me e Silvio è molto buono», ha spiegato il leader del Carroccio.