Il Bossi del Pdl nella tana leghista Contro di lui una mini Unione

Considerata una delle «tane» della Lega Nord, Gallarate - città dell’asse del Sempione posta a baricentro tra Busto Arsizio e Varese - ha invece assistito al tonfo della candidata del Carroccio, Giovanna Bianchi, a cui un pur buon 30,57% non è bastato per arrivare al ballottaggio, obiettivo mancato davvero per un soffio. Ecco dunque domenica il confronto tra Massimo Bossi, candidato del Pdl, con il supporto dell’Udc e di varie liste civiche il quale, ripartendo dal suo 33,53%, adrà a giocarsi la partita a viso aperto con Edoardo Guenzani, portabandiera del centrosinistra, sostenuto da Pd, Idv, Sel, Socialisti, Repubblicani e da una lista civica, che due settimane fa aveva ottenuto il 31,19% dei voti. Se, a questo punto, i consensi raccolti dalla Bianchi dovessero convogliarsi sul candidato del Pdl, Bossi avrebbe la vittoria in tasca. Ma si sa che la politica spesso non coincide con l’aritmetica.