Bossi: "Il prossimo governo salverà Malpensa" Lega in piazza per l'aeroporto

In migliaia alla manifestazione della Lega per salvare l'aeroporto lombardo dal ridimensionamento. Bossi: "E' giusto vendere ad Air France - ha detto - perché altrimenti Alitalia fallisce, ma è altrettanto giusto che Malpensa e i suoi lavoratori continuino a vivere". Formigoni all'ad di Alitalia: "Ascolti anche il centrodestra perché a breve il nuovo governo sarà di centrodestra"

Malpensa (Varese) - Il prossimo governo salverà Malpensa: parola di Umberto Bossi che oggi lo ha promesso davanti a un pubblico di oltre 10 mila persone (70 mila secondo gli organizzatori) che sono arrivate da tutto il Nord alla manifestazione della Lega per salvare l'aeroporto visto il taglio del 70% dei voli già annunciato da Alitalia. Sulla vendita della compagnia di bandiera ad Air France il capo del Carroccio non ha nulla in contrario. "E' giusto vendere ad Air France - ha detto - perché altrimenti Alitalia fallisce, ma è altrettanto giusto che Malpensa e i suoi lavoratori continuino a vivere". Non può essere lo scalo a rimetterci: "Ancora vogliono far pagare e tacere noi padani - ha osservato Bossi fra gli applausi - ma diciamo basta, ne abbiamo le balle piene".

E allora la soluzione è una moratoria per mantenere gli attuali voli a Malpensa per tre anni, il tempo per trovare un nuovo vettore principale insieme ad "aiuti del governo" che sostengano la Sea, la società che gestisce l'aeroporto, nella fase di transizione. La richiesta non è solo della Lega ma di tutto il centrodestra. "Il nostro governo - ha annunciato Roberto Maroni - imporrà la moratoria. Ho parlato con Tremonti e anche lui è d'accordo". A confermare il sostegno di Forza Italia, il presidente della Regione, Roberto Formigoni, prima ha assicurato che Silvio Berlusconi è d'accordo e poi è salito sul palco ad arringare il popolo del Carroccio, arrivando anche ad azzardare un 'Padania libera' su invito di Bossi. Il messaggio del governatore al presidente di Alitalia Maurizio Prato è chiaro: "Ascolti anche il centrodestra perché a breve il nuovo governo sarà di centrodestra".

Che la questione Malpensa sia uno dei nodi della campagna elettorale non ci sono dubbi. Lo ha assicurato lo stesso senatur. "Vogliamo salvare il nostro hub e faremo di tutto con il prossimo governo, dove conteremo molto perché prenderemo molti voti - ha detto Bossi -. Attenzione quando andate a votare a minga sbaglià (a non sbagliare)". "Per fortuna Prodi è andato fuori dalle balle - ha aggiunto Bossi -. Viene un nuovo governo e Malpensa sarà salvaguardata, a tutti i costi. Ci impegniamo in prima persona". Dal palco l'hanno ribadito il segretario lombardo Giorgetti e esponenti delle altre regioni.

Nel parcheggio del Terminal 1, è questo che chiede la gente, arrivata con oltre 150 pullman o con la propria auto, con in mano le bandiere leghiste, ma anche manifesti fatti in casa (con frasi come 'Sarkozy giu' le mani da Malpensa, non è Carla Brunì), molti in fila al gazebo dove si raccoglievano adesioni per partecipare alla class action che la Lega Nord ha deciso di intentare ad Alitalia per danni.