Bossi: qui la capitale del cinema

Finale all’insegna della Milan d’antan quello della campagna elettorale leghista ieri sera a Milano, con Letizia Moratti e Umberto Bossi. Entrambi seduti fianco a fianco nella prima fila del Teatro Don Orione di via Fezzan per godersi il lumbard-show coi mitici Legnanesi e il gruppo degli «Amici della Musica». Due ore di canzoni milanesi, dall’imperdibile Oh mia bela Madunina nelle versioni classic e pop e tutti i classici della tradizione meneghina. Unica variazione il brano Ascolta il tuo cuore Milano scritto appositamente per la Moratti, visibilmente emozionata per la sorpresa. «In una canzone avete condensato ciò che vogliamo: una Milano orgogliosa e sempre più forte», ha detto il candidato sindaco della Cdl, che entrando in sala aveva detto di «avere con la Lega molti punti in comune, a cominciare dalla difesa della famiglia». Quindi di considerare Bossi «un grande esempio, come politico e come uomo». Il Senatùr, osannato dai 300 presenti, ha detto che «con Letizia dovremo ridare identità culturale a questa Milano, puntando sulla cinematografia, approfittando della nuova cinecittà appena inaugurata alla ex Manifattura Tabacchi».